Sunday, December 21, 2008

era un jeans

Nella sua vita anteriore, questo astuccio era un jeans.  Una mia amica che sa della mia mania di riciclare tutto mi ha dato un vecchio jeans che girava per casa. Ieri ci siamo trovate vicine di bancarella con una delle sue figlie, durante un mercatino artigianale e per ringraziarla di una sua gentilezza le ho regalato l'astuccio. Insomma, l'ex pantalone è tornato alla sua padrona (o alla sorella) sotto forma di astuccio!

Sunday, December 14, 2008

fatto a mano, hecho a mano, handmade

Ho cercato su Goooooogle dei blog con le parole "fatto a mano" (anche in spagnolo e in inglese". Ecco i  risultati della prima pagina:
Fatto a mano: 10 risultati. Il primo  riporta un blog molto carino. QUI. I restanti nove risultati sono pubblicità di vendita.
Hecho a mano: Tutti e dieci i risultati riportano blogs di artigiani, forum di artigianato e commercio equo solidale. Un esempio lo trovate QUI in un sito del Paraguay.
Handmade: 50 risultati! con 8 sottorisultati, tutti relativi a diverse forme di artigianato fatto a mano. 
Ragazze e ragazzi, diamoci da fare con quelle manine! 

Thursday, December 11, 2008

riciclare i bottoni


Chi non ha in casa una scatola piena di bottoni? Sono una risorsa incredibile per piccoli lavori di artigianato. Girando per i blog in inglese; ma riccamente illustrati, ho trovato delle cose veramente deliziose. Il braccialetto è un mio primo esperimento! Ecco i link:
Angelina's trinkets, collezionista di bottoni.
All about the buttons, fa delle piccole calamite. Carino.
Marta Stewart, un mito per le casalinghe del Nordamerica. Ci sono cuscini fatti con delle camice.
Bernina, famoso marchio di macchine da cucire. C'è una collana fatta con i bottoni.
Buttonmad, tante idee per utilizzare i bottoni, anche una collana. 
CraftStylish, come organizzare i bottoni...o utilizzarli per fare delle cartoline.
Gunnel, una simpatica signora svedese, fa dei lavoretti molto creativi.
Creative kismet , insegna a fare un braccialetto. Istruttivo e molto illustrado.
Once upon a time, ha dei cuori de-li-zio-si. Con i bottoni, of course!
Perpetualplum's blog, non solo bottoni. Tante idee per riciclare quasi di tutto.
Milomade blog,  riciclo veramente creativo. 
Small stuff, "robe piccole" o come fare delle cose belle con un pezzettino di feltro e un bottone!
Cut out + keep, altro blog "riciclone".

Wednesday, December 10, 2008

riciclare i jeans







Avete in casa dei vecchi jeans? Ecco un campionario di idee (mia produzione); ma non sono le uniche. Al prossimo post! Mi scuso per il posizionamento delle foto. Sto ancora imparando!

Saturday, December 6, 2008

Codognotto


Passeggiare per Roma non sempre è sinonimo di caos, traffico, e orde di turisti e pellegrini.  A volte basta girare l'angolo di un vicolo, per immergesi in un'altra dimensione. Può capitare di trovarsi davanti una bottega stracolma di sculture di legno, che sembrano aver sfrattato il suo occupante, che seduto sul uscio guarda sornione i passanti: E' il maestro Ferdinando Codognotto, uno scultore conosciuto a livello internazionale. Nelle sue mani, il legno prende mille forme senza perdere la sua natura, i suoi alberi, leoni, e fiori sono simili a giocatoli giganteschi, trasmettono veramente la gioia con la quale sono stati creati. 
Se non riuscite a fare un giro per Roma, fatte un giro nel suo sito QUI.

 Walking in Rome doesn't mean allways chaos, traffic and "horde" of tourists and pilgrims; sometimes, just turning in one of the side tiny streets you'll be launched in another dimension.  It could happen to see a shop full of wood sculptures, so full that seems to have evicted its owner wich is sitting at the threshold looking  at the passerby with amusement.  He is the maestro Ferdinando Codognotto, an international known artist. He makes enormous wood figures like trees, lions and flowers.  They seem big toys and just looking at them one can feel the joy with wich they were created.
If you have the chance to came to Rome, stop at the shop, and if the maestro is there he will be happy to talk to you as he did with me. If not, HERE is the web page. Enjoy it

Wednesday, December 3, 2008

donna che legge

Moooolti anni fa, in uno sperduto paesino del Sudamerica, durante una festa patronale decisi di andare a esplorare il mondo per conto mio.  Avevo cinque anni, e il "mondo" era una piccola piazza con le bancarelle intorno e le giostre in mezzo.  
Girai intorno alla piazza e ci provai a salire sulle giostre; ma un omone mi disse che ci volevano i "soldi" mah. Insomma, questo mondo cominciava ad annoiarmi e volevo ritornare dai miei.  Con molto senso pratico, mi mise a cercare dei cartelli che mi indicasero la strada. Ne trovai uno bello grosso con un mucchio di scarabocchi sopra; ma dopo averlo guardato per un bel po' cominciai a piangere.  Non era perchè mi ero persa.  Non era perchè avevo paura. 
Era perchè mi resi conto che non avevo ancora imparato a leggere!
Grazie a tutti quelli che mi hanno regalato dei libri per il mio compleanno!